Napoli Comicon: ingresso vietatissimo ai cosplayer

nocosplay

Ci siamo ormai lasciati la Pasqua alle spalle da diverso tempo, e se c’è una cosa che la storia nel corso dei secoli ci ha insegnato, è che subito dopo l’annuale resurrezione di Cristo arriva quella del Napoli Comicon. Quest’anno i capoccioni della fiera fumettistica meno fumettistica del panorama fumettistico hanno deciso di far le cose veramente in grande (e meno fumettistiche possibile), dicendo basta a Valsoia e a tutti quei cosplay orribili che danneggiano l’aspetto estetico della fiera. Motivo per il quale i cosplayer ritenuti brutti o mal vestiti verranno arrestati con effetto immediato all’ingresso della struttura. Le parole di uno a caso degli organizzatori in merito alla questione sono state chiare: “Siamo veramente stufi di questa situazione. Il cosplay è fatto per tutte quelle persone che amano mettere in mostra la loro mercanzia, dagli addominali scolpiti LGBT alle tettone che tanto amiamo, e tutta quella gente brutta, grassa e vestita di merda rovina la fiera! L’anno scorso ho visto un Naruto che somigliava a Tony Tammaro. Basta!”